Mat[I]talia

2009 | Concorso | L'idea di progetto nasce dalla volontà di proporre un inedito “lapis tricolore”. Ovviamente il tricolore è il riferimento principe alla nazione italiana e alla sua storia recente. Da subito sono parse ovvie le difficoltà di creare un “lapis tricolore”: difficilmente una matita può avere più di due punte e uno dei tre colori da tenere in considerazione è il bianco. E' stata presto scartata la possibilità di risolvere la “questione del bianco” con un pastello di tale colore, in quanto di scarso utilizzo. E' parsa, invece, felice l'idea di sostituire il bianco con una gomma per cancellare dello stesso colore, avendo così una doppia valenza, in quanto bianca per la propria colorazione e bianco è il colore che porta sul foglio dopo aver cancellato il segno della matita. La posizione centrale della gomma risolve il problema di inserire una gomma in una matita a doppia punta, nonché stabilisce una corretta disposizione dei colori della nostra bandiera lungo la matita. La flessibilità delle gomme viniliche morbide invece, ha portato a risolvere il problema delle tre punte. Tali gomme infatti hanno una spiccata flessibilità oltre che una ottima capacità di cancellare i segni delle matite senza deteriorare il foglio. Inoltre, l'ampia curvatura che avrebbe assunto piegandosi su se stessa, avrebbe fatto avvicinare la geometria della gomma a quella di una comune gomma da cancellare invece di quella di un gommino da matita. I gommini da matita infatti, applicando la frizione su una superficie molto ridotta, si sporcano rapidamente e si deteriorano molto velocemente. L'ampia superficie di appoggio dovuta alla curvatura dovrebbe garantire alla gomma centrale una maggiore durabilità, inoltre la sezione circolare preverrà l'insorgenza delle crepe da curvatura tipiche delle sezioni rettangolari delle gomme ordinarie. Raggiunto lo scopo di creare un “lapis tricolore”, comprendendo che non si poteva limitare il progetto ad una matita-pastello bicolore rosso-verde, si è deciso di applicare la verniciatura anche a normali matite a doppia punta (nel progetto consegnato, sono di tipo HB in quanto quello di più comune utilizzo), lasciando una sola matita-pastello per confezione a scopo simbolico.